24ª tappa, Cusipata-Pisac 80 km, La Valle Sacra!

Partenza mattutina pimpante.

La strada è stata un continuo saliscendi fino ad una cittadina che si chiama Urcos, sempre lungo le sponde dell’Urubamba, in cui abbiamo pranzato in un ristorantino niente male.

Una mega sopa, zuppa di mais con verdure e patate, ed un piatto di riso bianco con lenticchie e pollo in umido. Tutto strepitoso.

La strada dopo Urcos è cambiata e per un pò ci siamo allontanati dall’Urubamba per seguire la strada principale che andava dritta verso Cusco e che abbiamo abbandonato nuovamente per dirigerci verso Pisac, avvicinandoci nuovamente al fiume Urubamba, che ormai ci accompagna da chilometri e chilometri.

Ed è stato al bivio che abbiamo capito di aver fatto la scelta giusta.

Il contrario del giro standard. Praticamente stiamo aggirando Cusco, facendo la strada non battuta dai turisti che, invece, arrivano a Pisac dall’altro lato.

Il paesaggio all’improvviso è cambiato ed affiancando il fiume abbiamo fatto una trentina di chilometri incuneati tra monti altissimi ricchi di una vegetazione imponente.

Il sole ha preso posto nel cielo allontanando le nuvole nere che ci hanno dato il tormento per i primi 60 chilometri e l’atmosfera ci ha rapiti.

Non so quante volte ci siamo fermati in silenzio a naso all’insù.

Rocce ricoperte di piante cadenti, terra rossa argillosa, eucalipti profumati ed il rumore dell’Urubamba che scende carico ed impetuoso verso la vallata.

Magnetico.

Magico.

Perù.

Siamo scesi lentamente, la curiosità per il Machupichu aumenta sempre di più ed è come se stessimo rallentando il nostro andare per accrescere la nostra adrenalina.

Pisac si è palesata a noi dietro una curva rocciosa, al di là del fiume, incastonata tra le sponde dei promotori Andini. Una vera città peruviana con qualche innesto occidentale che non ha snaturato la sua anima.

Appena arrivati abbiamo deciso, ancora prima di capire cosa potesse offrire, di restare un giorno.

Così eccoci ad oggi.

Ci siamo svegliati e fiondati dal panaio di fronte all’ostello.

Un cornetto alla cioccolata ed un caffe colombiano. Super.

Mentre mi gustavo il mio caffè si ferma un auto davanti al fornaio.

Scende una ragazza..ci guardiamo..una mia collega e cara amica!

Pazzesco, nessuna delle due sapeva di essere qua, il caso ha voluto che ci si incontrasse ed abbiamo passato una mattinata diversa, raccontandoci questa esperienza in Perù che non può non restare nel cuore.

Dopo un caffè in compagnia io e Filippo ci siamo detti:

“Perché non proviamo a fare una corsetta?”

Babbi e mamme, state già scuotendo la testa 😊 lo abbiamo fatto ma, in modalità diversa.

Filippo vestito da ciclista si è lanciato in una folle corsa sui picchi delle rovine, nel monte dietro Pisac, 10 km con 600 metri di dislivello, io mi sono lanciata dal primo ponte piuttosto che correre..scherzo..io ho fatto la salita a piedi e poi mi sono lanciata in una corsa in discesa tra i monti terrazzati.

Divertentissimo.

Praticamente entrambe abbiamo goduto di questa vallata, in solitudine, qui vengono tutti a fare yoga che, per noi, sarebbe stato troppo statico perciò abbiamo optato per la corsa.

La nostra giornata di riposo se ne è andata così, diversamente dal solito.

Così, diversamente emozionante.

Ci sono monti interamente terrazzati ripidi, ma così ripidi che sembrano “non umani” eppure lo sono totalmente in quanto tutti artificiali.

Domani ripartiremo per andare ad Ollatayambo, dove ci fermeremo per l’escursione al Machupicho che necessita due giorni.

Ci siamo, manca poco.

Questo purtroppo significa anche che ci stiamo avvicinando alla fine della nostra pedalata ma, per ora, non ci pensiamo.

Vi salutiamo così, sorseggiando un cappuccino, in un localino bellissimo che affaccia su un giardino botanico, fatto con caffè locale.

Buon riposo a voi tutti

Claudia e Filippo

2 pensieri su “24ª tappa, Cusipata-Pisac 80 km, La Valle Sacra!

  1. Questo vostro viaggio è incredibile, davvero!!! Ad ogni tappa, mi fate venir sempre più voglia di far la valigia e partire subito subito per il Perù (con una sola accortezza: tra una maglia e l’altra, tante bottigliette di “pura agua”!!! XD)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...